Parola d’ ordine : sedie

 

Nell’ ultimo anno ormai, l’ idea di lasciare la mia città si è fatto ricorrente ed ora credo di essere arrivata agli sgoccioli, tant’è che passo più tempo sui siti di affitto case che su tutto il resto.

Il problema più grosso è la scelta del luogo, che deve andarsi ad incastrare con le mie esigenze lavorative ( da ricercare ) ma soprattutto con la qualità scuola/vita in cui si dovranno imbattere i miei figli. Insomma, i pensieri non mancano.

Ma mentre mi guardo queste ipotetiche case, la mente elabora le immagini e le arreda.

Mi piacerebbe dare un tocco Shabby anche con l’aiuto di vecchie sedie o sgabelli di legno, ho visto foto meravigliose che voglio condividere con voi perchè alla fine le idee vengono anche così, no ?

Gli attrezzi alla fine sono una riga, una matita, mano fermissima ed un seghetto alternativo.

Poi per metterli su chiaramente trapano, viti e le relative fisher.

Vi lascio alle immagini !

 

 

Come realizzare un mobile Shabby :-)

Realizzare un mobile in stile Shabby Chic non è particolarmente difficile, ma andiamo a passi… :

  1. Utilizzate una soluzione di Acqua e Bicarbonato di sodio : lavate il mobile predestinato con questa soluzione che lo opacizzerà in modo irrimediabile e lo sgrasserà da tutte le impurità accumulate nel tempo.
  2. Bisogna carteggiare con la carta vetrata giusto un po’ la superficie esistente per togliere il lucido e permettere la presa della nuova vernice.
  3. Ora é pronto per la parte piú bella, passare la vernice ( per lo Shabby solitamente si prediligono tinte chiare e pastello e per gusto personale credo che il bianco sia sempre un “ever green”). Passate la vernice facendo l’uso di un Rullino in gommapiuma, ma naturalmente si può anche usare un pennello. Passate la vernice due o tre volte, finché il mobile sarà ben bianco ( se il mobile ha pomelli mi raccomando di toglierli )
  4. Quando la vernice del mobile sarà ben asciutta, si dovrà carteggiare con la carta vetrata nei posti che volete mettere in evidenza togliendo la vernice ( regolatevi con la grana della carta a seconda del risultato che volete attenere, più o meno usurato). Per un mobile shabby chic, non c’é bisogno di essere cauti con la carta vetrata, passatela pure con un po’ di forza, in ogni posto che vi piace. Se è la vostra prima volta vi consiglio di provare in un posto non visibile in modo da regolarvi.
  5. In fine, se ritenete che i vecchi pomelli c’ entrino poco col vostro nuovo mobile Shabby cambiateli, in commercio se ne trovano davvero di carini !                                                                                                                                                                                  Ecco questi sono i passaggi, come potete notare nulla di particolarmente difficile dunque, buon lavoro !!!1

Shabby Chic…cos’ è ?

Da poco l’ho scoperto e non riesco più a farne a meno e, dato che ovviamente non posso cambiare arredamento in 24 ore mi riempio gli occhi con immagini delizione di questa magnifica tendenza !

Ma cosa si intende esattamente con shabby chic? La traduzione letterale è “trasandato chic” ossia uno stile che sembra essere dimesso e un po’ abbandonato a se stesso, ma che in realtà è davvero molto curato! L’ effetto shabby chic nell’ arredamento della casa può essere dato da dettagli e piccoli accorgimenti .

La scelta dei colori con cui arredare casa non è affatto secondario se si vuole avere una casa shabby chic: optate per color chiari e tendenti al pastello.

Il legno e il lino sono i due materiali che regnano indiscussi nella casa shabby chic: i mobili dovranno quindi essere in legno, meglio se tinti di bianco slavato. La vernice dei mobili non dovrà essere perfetta, ma dare appunto l’impressione che siano dei mobili recuperati dalla soffitta della nonna.

Infine gli elementi d’arredo che arricchiscono la casa shabby chic sono davvero tanti, i cuscini per esempio possono fare la differenza ma anche pizzi, merletti e servizi di porcellana in bella vista sulle mensole per quanto riguarda la cucina, per esempio.

Immancabili anche gli utensili di latta che potete facilmente recuperare nei mercatini dell’usato. Non possono poi mancare fiori dai toni delicati, come ortensie, rose e camelie e qualche mazzo di lavanda

Infine, le candele non possono mancare in una casa shabby chic: potete davvero metterle ovunque, bagno compreso, anche semplicemente sopra un vecchio vassoio d’argento.

Di seguito vi propongo qualche foto presa dal web !

Camera-in-stile-shabby-chic
Camera da letto in stile Shabby
camera-letto-shabby-24
Un’ altra camera da letto Shabby
mobile-bagno-bianco
Particolare di un mobile da bagno
Sala
Salotto in stile Shabby Chic
vasca-da-bagno-retro
Porzione di bagno
Shabby
Credenza e piano da lavoro in toni pastello