A volte ritornano!

Buongiorno!

Sono stata assente per tantissimo qui sul sito perchè in questo ultimo anno i cambiamenti sono stati importanti anche se per nulla definitivi!

Purtroppo (soprattutto per me) ogni giorno, causa lavoro, sto fuori casa almeno 12 ore e scrivere dal sito diventa un po’ difficile perché la sera sono parecchio stanca e trovo più comodo l’utilizzo di Instagram ( michelle_r84 ) ma prometto che da ora in poi almeno il week end lo dedicherò ai miei disegni e creazioni anche qui sul sito.

Un grazie dunque alla Vostra pazienza,

iniziamo!

 

Michelle

Centrini rigidi portatutto

Quando ero bambina, ogni componente femminile della mia famiglia faceva centrini, quindi mia madre, mia zia e le 2 nonne… Si può quindi immaginare il numero di centrini che giravano per casa

Purtroppo nei 2000 traslochi che poi ho fatto il numero di questi è scemato sempre di più finché, ad oggi, ne avrò giusto un paio purtroppo.

Girando su internet però, mi è venuta un’improvvisa voglia di imparare a farli non solo per usarli come centro tavola o simili ma anche come veri e propri contenitori portaoggetti, come? Vediamo!

Innanzi tutto serve :

  • colla vinavil
  • palloncini
  • una vaschetta con dell’acqua
  • pennello
  • e naturalmente un centrino (tondo)

Ora… diluiamo nella vaschetta, insieme all’acqua, un po’ di vinavil, mescolando il tutto con un pennello o un mestolo apposito. La quantità della colla deve essere leggermente superiore a quella dell’acqua. Una volta mescolata acqua+colla, andremo ad inzupparci completamente il nostro centrino.

necessario

Nel frattempo gonfiamo il palloncino, che dev’essere di una misura idonea alla grandezza del centrino ovviamente e stendiamo quest’ ultimo sulla parte finale del palloncino. Mi raccomando stendetelo nel modo migliore possibile.

palloncino

Una volta steso teniamo il palloncino in verticale e attendiamo che asciughi per 12 ore (se passato questo tempo doveste notare dei punti ancora “morbidi” o date un’altra passata di colla con un pennello o usate la colla spray ed attendete qualche altra ora).

Quando il nostro centrino sarà finalmente asciutto, dovremo scoppiare e rimuovere il palloncino et voilà, il nostro nuovo contenitore sarà pronto!

centrini

Non sono bellissimi? Buon Lavoro!

Tecnologia e Iphone ( disattivare posizioni recenti )

La mia religione da qualche anno si chiama Apple, non tanto per l’ estetica quanto per il sistema operativo e perché Android proprio, non mi gustava. A volte però, ancora adesso, nonostante sia ferma al 5S ( per chi non lo sapesse equivale a 2 versioni fa come ” forma” ) scopro cose nuove, che ignoro se gia c’ erano o se sono venute fuori con l’ aggiornamento.

Fatto sta che oggi ho scoperto la voce ” Posizioni Frequenti” con la quale ogni utente iPhone può controllare dove si trovava una settimana fa ( ovviamente se l’ Iphone era acceso e con voi ).
Per chi quindi, non fosse interessato a questo servizio ( come me ), esiste comunque un modo per disattivarlo ( e meno male, aggiungo ).

Dunque andate su impostazioni del vostro iPhone, toccate la sezione “Privacy”, andare poi su “localizzazione” e infine scorrete fino a “Servizi di sistema”.

A questo punto, scorrete fino all’opzione delle Posizioni frequenti e fermate la registrazione degli spostamenti e dei luoghi in cui si va.
Se è attivata ( e dovrebbe, in quanto predefinita ) si vedrà la cronologia temporale dei posti in cui siamo andati nei giorni passati con tanto di volte e date ed, addirittura, se si tocca una posizione, si aprirà la mappa con indicati i punti dove ci si è recati frequentemente, con tanto di orari e vie!
Toccando il pulsante per cancellare la cronologia, si svuota questa lista di posizioni recenti ( disattivare la funzione li cancella solo momentaneamente, invece ).

Spero di esservi stata utile !

Le mie piccole Sharpei Bianca ed Elsa

Ho aspettato 30 anni prima di concedermi un cane di razza, nella primavera 2014 infatti ha messo le sue piccole zampette in casa la nostra piccola Elsa, Sharpei pura che ora ha 2 anni.

Ci siamo talmente innamorati di lei che dopo 6 mesi l’ ha raggiunta un’ altra bimba, Bianca.

Il mio fidanzato è sempre stato quello che diceva “animali mai” e invece ora passerebbe ore a guardarle dormire e, chiaramente, io anche.

Vi state ancora chiedendo che razza sia ?

Bè, è una razza dall’aspetto decisamente singolare, lo Shar Pei ha una testa da ippopotamo, la pelle è un agglomerato di pieghe e il pelo è corto.

Il loro carattere, se lo si legge in giro, dovrebbe essere indipendente tranquillo e pacifico. In buona sostanza è cosi per le mie, non sono però indipendenti poichè in realtà sono la nostra ombra e piuttosto che star sole in una stanza ci seguono anche in bagno.

Per il resto non abbaiano e hanno un carattere splendido.

Ho letto anche da qualche parte che è meglio non tenerli coi bambini, ma io ed altre persone con la stessa razza, non abbiamo mai avuto problemi. ( Sono dell’ opinione che sovente i problemi nascono laddove i bambini trattano i cani come peluche e il genitore anzichè riprendere il bambino, ride assecondandolo. Non credo che poi dopo ci si possa lamentare; per non parlare poi di rispetto ed educazione che vendono meno).

Insomma, non so se siano tutti così ma per le mie il voto da 1 a 10 è 100.

 

IMG_5415

Deliziosamente pancake

panIngredienti
Quantità: 12 pancakes

  • 150g di farina
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 bustina di lievito
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 225ml di latte
  • 1 uovo
  • 1 noce di burro sciolto
  • olio di semi o burro q.b.

Preparazione
Preparazione: 10minuti  ›  Cottura: 15minuti  ›  Pronta in:25minuti 

  1. Setacciare farina, sale, lievito e zucchero in una ciotolina. Fare un buco al centro e versarvi il latte. Mischiare e poi amalgamarvi l’uovo ed il burro sciolto. Battere con una frusta finché il composto risulta liscio ed omogeneo.
  2. Scaldare una padella a fuoco medio ed ungerla con un po’ di olio o burro.Aspettare che sia sufficientemente calda.
  3. Cuocere i pancake finché appaiono bollicine sulla superficie e i bordi sono appena asciutti. Capovolgere le frittelle e cucinarle fino a che non sono dorate da entrambe i lati.
  4. Servire ben calde,si possono guarnire assolutamente a piacere, col lo sciroppo d’acero come vuole l’usanza ma anche con Nutella e scaglie di cocco, con la frutta o marmellata…Insomma, Buon appetito!

Come realizzare un mobile Shabby :-)

Realizzare un mobile in stile Shabby Chic non è particolarmente difficile, ma andiamo a passi… :

  1. Utilizzate una soluzione di Acqua e Bicarbonato di sodio : lavate il mobile predestinato con questa soluzione che lo opacizzerà in modo irrimediabile e lo sgrasserà da tutte le impurità accumulate nel tempo.
  2. Bisogna carteggiare con la carta vetrata giusto un po’ la superficie esistente per togliere il lucido e permettere la presa della nuova vernice.
  3. Ora é pronto per la parte piú bella, passare la vernice ( per lo Shabby solitamente si prediligono tinte chiare e pastello e per gusto personale credo che il bianco sia sempre un “ever green”). Passate la vernice facendo l’uso di un Rullino in gommapiuma, ma naturalmente si può anche usare un pennello. Passate la vernice due o tre volte, finché il mobile sarà ben bianco ( se il mobile ha pomelli mi raccomando di toglierli )
  4. Quando la vernice del mobile sarà ben asciutta, si dovrà carteggiare con la carta vetrata nei posti che volete mettere in evidenza togliendo la vernice ( regolatevi con la grana della carta a seconda del risultato che volete attenere, più o meno usurato). Per un mobile shabby chic, non c’é bisogno di essere cauti con la carta vetrata, passatela pure con un po’ di forza, in ogni posto che vi piace. Se è la vostra prima volta vi consiglio di provare in un posto non visibile in modo da regolarvi.
  5. In fine, se ritenete che i vecchi pomelli c’ entrino poco col vostro nuovo mobile Shabby cambiateli, in commercio se ne trovano davvero di carini !                                                                                                                                                                                  Ecco questi sono i passaggi, come potete notare nulla di particolarmente difficile dunque, buon lavoro !!!1

18 gennaio 2016

Dunque che gioia, è il mio 32esimo compleanno ! Evviva !

No… Non è vero, che schifo, che amarezza… Il vecchiume arriva inesorabile ed anche se so che di fatto non sono proprio anziana io mi ci sento !

Poi per carità, vedo gente ( tanta ) che sta messa 1000 volte peggio di me ed ammetto che è proprio quella gente che mi da la carica, perchè piuttosto che diventare come loro mi lancio nel cesso e tiro lo sciacquone !!!!

Ma non è forse quando si compiono gli anni che facciamo una stima della nostra vita fino ad oggi ?

30 gennaio

Giorni di nervoso misto a tranquillità estrema..

Nervoso perchè mio figlio mi fa disperare, 9 anni di pura scimmiaggine , avrebbe davvero bisogno di un calmante per cavalli, a lavoro è un’ autentica tragedia preannunciata dalla notte dei tempi e va bè, ultimi ma non meno importanti i miei capelli. Sembra che porto il parrucchino :-/

Tranquillità per tutto il resto.

Mi sono data anche all’acquisto di qualcosina on line, non vedo l’ora di ricevere tutto <3