Pomodori alla romana

E’ da tantissimo che non scrivo, sono stata impegnata col trasloco, non proprio semplicissimo essendo che ho trovato casa a…Roma, io che abitavo a Savona…

Del trasloco “in essere” ne parlerò in un prossimo articolo comunque!

Dunque voglio ricominciare con una ricetta, tipica romana in cui i protagonisti sono I POMODORI 🙂

INGREDIENTI:

  • 8 pomodori maturi e sodi possibilmente tutti grandi uguali
  • 8 cucchiai di riso Arborio (pieni o rasi, a seconda della grandezza dei pomodori)
  • 3 patate grandi a polpa gialla
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • uno spicchio d’aglio
  • prezzemolo
  • basilico
  • sale
  • pepe

PREPARAZIONE:

Lavare e asciugare i pomodori e tagliarne a ognuno la calotta, che servirà poi per chiuderli, facendo attenzione a lasciare ogni “coperchio” accanto al suo contenitore. Aiutandoci con un cucchiaino e un coltellino, svuotare completamente i pomodori lasciando intatte le pareti e versare via via il contenuto in una ciotola.

pomodori-vuoti

Preparare un trito finissimo con un po’ di prezzemolo, qualche foglia di basilico e mettere tutto in una terrina con lo spicchio d’aglio grattugiato, il riso e il contenuto dei pomodori passato al passaverdure. Unire 2 cucchiai d’olio, un cucchiaino di sale e una bella macinata di pepe e mescolo bene.

Salare leggermente l’interno dei pomodori e distribuire il composto di riso, poi coprire ogni pomodoro con il proprio coperchio e pennellarli leggermente d’olio. Sbucciare le patate e tagliarle a spicchi, sciacquarle, asciugarle e metterle in una ciotola. Condirle con due cucchiai d’olio e una spolverata di sale e mescolarle per distribuire il condimento.

Distribuire i pomodori in una teglia ampia e riempire gli spazi vuoti con le patate. Mettere la teglia nel forno precedentemente scaldato a 180° e farli cuocere per un’ora. Si servono tiepidi o freddi nello stesso recipiente di cottura.

pomodori-ripieni-al-riso

 

Zeppole di San Giuseppe

In questa giornata, essendo la Festa del Papà, non possono mancare le Zeppole di San Giuseppe. Poi voglio dire, è sempre il momento di un dolcetto no ? Ho letto pareri discordanti di zeppole al forno o fritte… Io, purtroppo per me, ho un debole per il fritto quindi vi proporrò questa variante

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 3 tuorli
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 3 cucchiai di farina 00
  • 500 ml di latte
  • scorza di limone

Procedimento crema pasticcera :

  • In una ciotola lavorate con uno sbattitore elettrico o una frusta lo zucchero con i tuorli sino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, dopodiché unite la farina e continuate a lavorare.
  • Ora aggiungete il latte e continuare a mescolare. Il latte va unito un po’ per volta per non creare grumi; appena il latte versato si incorpora al composto se ne aggiunge altro.
  • Versate il contenuto in una pentola capiente,  portare sul fuoco e unire la scorza di limone tagliata grande ( sarà più facile toglierla a fine cottura.
  • Continuate a mescolare con una frusta; far cuocere a fuoco basso la crema.
  • Una volta densa la vostra crema è pronta
  • Mettete a raffreddare la crema continuando a mescolarla ogni tanto per non farle formare la patina.
  • ( Se dovesse avanzarvi chiuderla bene e conservare in frigo )

Ingredienti per le zeppole

  • 250 ml di acqua
  • 100 g di burro
  • 6 g di sale
  • 250 g di farina (povera di proteine)
  • 6 uova

 

  • Amarene sciroppate

 

  • Iniziamo col dire, per evitare inutili spargimenti di pasta choux, che il numero dei giri della bocchetta è sempre uno. Dunque fare un zeppola grande si usa una bocchetta grande. Non si aumentano i giri.
  • Fate bollire bollire i 250 ml d’acqua con il burro ed il sale.
  • Aggiungete tutta la farina appena il burro si è sciolto del tutto. Appena il composto si stacca, spegnete e lasciate raffreddare.
  • Aggiungete le uova precedentemente sbattute e girate con le fruste fino a quando non avete un composto liscio e denso.
  • Stendete ora un foglio di carta forno e,dopo che avrete messo la vostra pasta in un sac à poche, formate le zeppole. Fatele a forma di spirale come nelle immagini, con il buco al centro che servirà per metterci la crema di farcitura.ecco la forma da dare alla pasta prima dell'asciugatura al forno
  • Accendete il forno a 200° C e fate asciugare le zeppole. Saranno pronte quando si staccheranno facilmente.
  • Preparate l’olio in modo che sia caldo ma non bollente (180 °C), immergetele e fate attenzione a lasciarle di un bel colore dorato.
  • Appena sono raffreddate, guarnitele con la crema e l’amarena. Se lo avete in casa e vi piace potete anche dare una spolverata di zucchero a velo.

Buona merenda !

Ricetta “Sospiri”

Essendo mezza pugliese non posso non proporvi la ricetta dei Sospiri, secondo la leggenda infatti, furono le suore di clausura di Bisceglie ad inventarli per festeggiare il matrimonio tra Lucrezia Borgia e il Conte di Conversano. Il matrimonio non fu più celebrato e gli invitati, sospiranti per l’attesa, vennero consolati con i dolci preparati per l’occasione, che da quel giorno furono chiamati, appunto, Sospiri. Vi proporrò la ricetta col Pan di Spagna poichè decisamente più fattibile dell’ altra in cui vi ci vorrebbe la farina Mix Africano.

Ingredienti:

Per il Pan di Spagna

  • stampi di silicone semisfera
  • 200 g di farina 00
  • 200 g di zucchero semolato
  • 4 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci

Per la crema pasticcera:

  • 3 tuorli
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 3 cucchiai di farina 00
  • 500 ml di latte
  • scorza di limone

Procedimento crema pasticcera :

  • In una ciotola lavorate con uno sbattitore elettrico o una frusta lo zucchero con i tuorli sino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, dopodiché unite la farina e continuate a lavorare.
  • Ora aggiungete il latte e continuare a mescolare. Il latte va unito un po’ per volta per non creare grumi; appena il latte versato si incorpora al composto se ne aggiunge altro.
  • Versate il contenuto in una pentola capiente,  portare sul fuoco e unire la scorza di limone tagliata grande ( sarà più facile toglierla a fine cottura.
  • Continuate a mescolare con una frusta; far cuocere a fuoco basso la crema.
  • Una volta densa la vostra crema è pronta
  • Mentre iniziate a fare i Vostri Sospiri mettete a raffreddare la crema continuando a mescolarla ogni tanto per non farle formare la patina.
  • ( Se dovesse avanzarvi chiuderla bene e conservare in frigo )

Per la glassa:

  • ciliegine o amarene e pirottini di carta
  • 2 cucchiai scarsi di acqua tiepida
  • 100 g di zucchero a velo

Procedimento glassa ( conviene farla poco prima del suo utilizzo ) :

  • Scaldare leggermente l’acqua.
  • In una ciotola aggiungere lo zucchero a velo, l’acqua e con uno sbattitore lavorare il tutto sino a far sciogliere completamente lo zucchero.
  •  Se la glassa dovesse risultare troppo liquida e poco coprente aggiunge altro zucchero a velo un po’ per volta per meglio regolarsi sulla densità desiderata.
  • Se dovesse essere troppo compatta aggiungere qualche goccia d’acqua.
  • Utilizzate a glassa aiutandovi a far cadere la glassa su tutta la superficie da decorare con un cucchiaio o una spatola.

Procedimento Sospiri:

  • Scaldate il forno a 180°C
  • Fate il pan di spagna: in una ciotola aggiungere la farina setacciata, lo zucchero, le uova intere e lavorare il tutto con uno sbattitore. Il composto deve risultare gonfio, chiaro e spumoso.
  • Unire il lievito al composto e lavorarlo per un altro paio di minuti
  • Distribuite il composto nelle semisfere di silicone e cuocere in forno sino a cottura ultimata, per vedere se sono pronto controllate che siano ben dorate. Una volta pronte, fatele raffreddare.
  • Dividete a metà le semisfere, bagnatele leggermente con un po’ di liquore al limoncello allungato con acqua, svuotate e scavate una sola metà e farcitela con la crema pasticcera precedentemente preparata. Ricomponete la semisfera. Ripetere la stessa operazione con le altre semisfere di pan di spagna.
  • Fate ora la glassa e distribuitela sui dolcetti, fate asciugare e ripetere l’operazione per ottenere dei sospiri molto bianchi. Fate asciugare alla perfezione e se di vostro gradimento sistemate su ogni sospiro una ciliegina. Infine sistemate tutto  nei pirottini.

 

Torta di riso ( dolce )

Mangiata a Lucca qualche mese fa per la prima volta mi è piaciuta cosi tanto, col suo gusto delicato, che mi sono dispiaciuta di non averla mai assaggiata prima !

Tornata a casa mi sono messa alla ricerca della ricetta ed ho trovato questa che è molto somigliante :

Ingredienti:

  • 1 litro di latte
  • 1 ½ etto di riso
  • 4 chiare di uova montate a neve
  • 2 etti di zucchero
  • 1 bustina di vaniglia

Preparazione :

Cuocete il riso nel latte con una fettina di limone di limone, girate continuamente, fino a che il riso è cotto e asciutto, aggiungete lo zucchero e la vaniglia amalgamate bene. Fatelo raffreddare e togliete il limone e solo quando è freddo aggiungete le chiare montate a neve. Mescolate bene il tutto e versatelo in una teglia da forno. Mettete il tutto in forno preriscaldato a 100° per un’ora circa.

Volendo potete aggiungere dell’ uvetta insieme al riso prima della cottura oppure, una volta cotta, potete dare una spolverata di zucchero a velo.

Bonne appetit 🙂

Arancini siciliani

Purtroppo da sempre ho parecchie difficoltà a fare una semplice pasta al sugo, prediligo invece le cose un po’ più complesse.

Qualche giorno fa ho provato a fare gli arancini siciliani, con un risultato davvero soddisfacente!

Ingredienti per 6 persone :

  • Riso Roma 1 kg
  • Burro 150 g
  • Cipolla 1
  • Parmigiano grattugiato 200 gr
  • Brodo di dado q.b. (almeno 1 l)
  • Vino bianco 250 ml

Procedimento riso:

Ponete in un tegame 100 gr di burro, aggiungete la cipolla finemente tritata e fatela imbiondire; versate il riso a pioggia che farete tostare qualche istante a fiamma vivace girando con un cucchiaio di legno. Poi versate nel tegame tutto il vino bianco; mescolate continuamente il riso in modo che non attacchi al fondo e se aggiungete qualche mestolo di brodo fino a terminare la cottura.
Pochi istanti prima del termine della cottura spegnete il fuoco e mantecate il riso con il rimanente burro e il parmigiano reggiano.
Aspettate che raffreddi un po’ e ponete in frigo per 4 ore.

Per il ragù, ingredienti :
1 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
gr250 tritato suino
gr.250 tritato bovino,
mezzo bicchiere di vino bianco
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
200 gr dipiselli surgelati sale q.b.
pepe q.b.

Procedimento ragù:
In un tegame, mettere la cipolla, la carota e il gambo di sedano tritati finemente con un filo d’olio fare andare a fuoco lento dopo qualche minuto versare la carne suina e la carne bovina e farla rosolare. Quando la carne sarà  rosolata,alzare la fiamma, sfumare col vino bianco e fare evaporare,aggiungere quindi i piselli ed il concentrato di pomodoro sciolto in un bicchiere d’acqua tiepida,aggiungere altri due bicchieri d’acqua aggiustare di sale e di pepe e fare cuocere a fuoco lento per circa un  ora e mezza ,se vediamo che asciuga troppo aggiungere dell’acqua calda.Una volta pronto anche per lui aspettiamo che raffreddi e mettiamo in frigo.

Una volta che il riso ed il sugo sono ben freddi gli arancini possono iniziare, mettete dell’ olio per friggere sul fuoco ( anche se forse vi conviene iniziare a farne un paio prima di accendere sotto l’olio, giusto per regolarvi se siete veloci o meno) e preparate una pastella non troppo liquida con acqua farina e 1 tuorlo e in un’ altra scodella mettete la farina di semola :

prendete con le mani un bel po di riso e fatene una palla, poi fate un buco fino al centro con le dita ed inserite il sugo, richiudete l’arancino, passatelo nella pastella ( se l’ arancino si sfalda significa che o non avete “stretto” a sufficienza il riso mentre richiudevate la palla oppure la pastella è troppo densa ) e poi passatelo nella farina di semola. Dopo di che mettetelo nell’ olio quando vedete che è caldo. Potete lasciarli “pallidi” o leggermente bruciacchiati a seconda dei gusti.

E’ abbastanza impegnativo farli ma quanto sono buoni alla fine ?!

 

Deliziosamente pancake

panIngredienti
Quantità: 12 pancakes

  • 150g di farina
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 bustina di lievito
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 225ml di latte
  • 1 uovo
  • 1 noce di burro sciolto
  • olio di semi o burro q.b.

Preparazione
Preparazione: 10minuti  ›  Cottura: 15minuti  ›  Pronta in:25minuti 

  1. Setacciare farina, sale, lievito e zucchero in una ciotolina. Fare un buco al centro e versarvi il latte. Mischiare e poi amalgamarvi l’uovo ed il burro sciolto. Battere con una frusta finché il composto risulta liscio ed omogeneo.
  2. Scaldare una padella a fuoco medio ed ungerla con un po’ di olio o burro.Aspettare che sia sufficientemente calda.
  3. Cuocere i pancake finché appaiono bollicine sulla superficie e i bordi sono appena asciutti. Capovolgere le frittelle e cucinarle fino a che non sono dorate da entrambe i lati.
  4. Servire ben calde,si possono guarnire assolutamente a piacere, col lo sciroppo d’acero come vuole l’usanza ma anche con Nutella e scaglie di cocco, con la frutta o marmellata…Insomma, Buon appetito!